Polo Sanitario Igea sottolinea il concetto del sonno, troppo spesso sottovalutato, informando i propri pazienti sull’importanza del corretto funzionamento dei ritmi circadiani.

Questi ultimi complessi meccanismi definiscono i ritmi biologici di tutti gli esseri viventi, caratterizzati da un periodo di circa 24 ore. Essi dipendono da un sistema molto complesso, una sorta di “orologio interno” all’organismo, che si mantiene sincronizzato con il ciclo naturale del giorno e della notte, mediante stimoli naturali come la luce solare. Ma quante ore sono veramente necessarie per evitare fastidiosi cambiamenti dell’umore, accentuata irritabilità, indebolimento del sistema immunitario e seccanti inestetismi?

Gli specialisti del sonno cambiano il loro parere, in base all’età del soggetto. I neonati dormono, infatti, dalle 15 alle 16 ore, mentre verso i 10 anni necessitano di 9/10 ore di sonno. Per gli adulti, invece, come ormai noto, possono bastare 7/8 ore. Per contribuire alla consapevolezza e alla diffusione della cultura del buon dormire, il prossimo 16 marzo si celebrerà la giornata mondiale del sonno.

Polo Sanitario Igea festeggia questo importante evento per trasmettere l’importanza della cura e del miglioramento del proprio riposo.